Cucina, che Passione: rosso Zafferano
dall’amore di Croco per la ninfa Smilace, un rapporto affettivo che gli Dei non condivisero, trasformando Croco in un fiore bellissimo e prezioso. . .

            

Prerequisito Nessuno
l'esperienza

La coltivazione dello zafferano in Italia ebbe inizio in epoca medioevale, quando il monaco Santucci, grande appassionato di agricoltura, lo diffuse clandestinamente da l’Aquila alla piana dia Navelli alcuni bulbi di Crocus sativus e In breve tempo si diffuse in tutta la piana di Navelli fino alla città de L’Aquila. La qualità del suo zafferano era così preziosa da essere spesso utilizzata in luogo della moneta e il suo commercio arrivò ad interessare tutto il Nord Europa. La coltivazione si estese rapidamente soprattutto nel centro Italia ed in Toscana trovò il luogo migliore dalla valle del Casentino alle Colline di Maremma, dove le superfici sono  molto frammentate e le possibilità di meccanizzazione limitate si coltiva lo zafferano, eccellenza fra le eccellenze. Nella maggior parte dei casi con tecniche di coltivazione biologica, sempre realizzate in contesti agrari sani, lontano da fonti di inquinamento.  In particolare lo Zafferano delle Colline fiorentine (Zima di Firenze), Zafferano di San Gimignano e Zafferano purissimo della Maremma.
Nella lavorazione vengono  selezionati con grande attenzione gli stimmi (la parte femminile del fiore) da cui si ottiene la spezia. Il confezionamento viene effettuato esclusivamente in stimmi interi, per garantire la qualità e la purezza del prodotto e per tutelare il consumatore nei confronti delle sofisticazioni che si riscontrano nei prodotti in polvere.

8 ore di corso di cucina per imparare tanti piatti a base di zafferrano.

   
il luogo ospitalità e  corso in agriturismo nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Trattamento di Mezza pensione.
   
l'ospitalità

a 450 metri di altitudine, verso i monti del Pratomagno, tra prati, pascoli, seminativi, oliveti e boschi. Qui la famiglia Fantoni produce il foraggio per l’alimentazione del bestiame, cereali, patate e ortaggi. L’attività è sempre stata svolta con criteri naturali, senza utilizzare diserbanti chimici e antiparassitari. La coltivazione dello zafferano è stata intrapresa più recentemente con l’intento di recuperare un bel prodotto e una tradizione culinaria che purtroppo sono stati quasi completamente dimenticati.

   
include 2 notti in Agriturismo in Mezza Pensione, 8 ore di corso di Cucina, MAX 4 PERSONE
   
Extra Pranzi extra € 25 - Trasferimento da Apt Roma € 90, Firenze e Pisa € 60 a tratta
   

La Famiglia Fantoni ti consiglia

Il Mangiapane

Bici nel Parco

Canoe sull'Ombrone

Giardino dei Tarocchi
 

 

 

 

 

Altre proposte per Corsi di Cucina

immersi nella natura per antichi borghi in riva al mare